News

A 43 anni è morto il ragno più vecchio del mondo

Una puntura di vespa ha ucciso una femmina di  Gaius villosus (Mygalomorphae: Idiopidae), di 43 anni. La notizia è stata diffusa  –  sulla rivista Pacific Conservation Biology – dai ricercatori dell’Università Curtin di Perth.default-1525071408-trapdoor-spider

Questo ragno è stato oggetto di uno studio a lungo termine: infatti, scoperto nel 1974 nell’Australia sud-occidentale, nella riserva di North Bangulla,da allora questa femmina  è stata il ‘numero 16′ e studiata nel suo ambiente naturale.

Lo studio è stato avviato nel 1974 da Barbara York Main presso la Riserva di North Bungulla vicino a Tammin, nel sud-ovest dell’Australia.

Il monitoraggio annuale di questa specie di ragno sedentario  ha prodotto non solo questa scoperta da record, ma anche un’informazione preziosa per l’alta priorità conservazione dei taxa* all’interno di una connessione globale della biodiversità: gli stili di vita degli endemismi a corto raggio forniscono lezioni per l’umanità e una vita sostenibile in vecchi paesaggi stabili.Schermata 2018-05-02 alle 17.08.56

Il Gaius villosus è un grosso ragno dal morso non mortale per l’uomo, ma molto doloroso, che vive in buchi nel terreno chiusi con un coperchio di ragnatela, e scatta fuori per catturare le sue prede.

 

*o unità tassonomica è un raggruppamento di organismi reali, distinguibili morfologicamente e geneticamente da altri e riconoscibili come unità sistematica, posizionata all’interno della struttura gerarchica della classificazione scientifica.